Facebook Emoticon

benvenuti a casa della stronza

Questa è la casa della Stronza Jenny, una dimora in cui vigono regole tutte strane e che potreste non accettare, ma a me che me ne fotte?

sabato 2 giugno 2012

Torno subito e scappo via. La pizzica è na puttana

Dopo qualche giorno di pausa torno al blog.
Mi ha fatto bene questa breve separazione, posso dirmi rigenerata nel cinismo.
Un cinico in realtà non va mai in vacanza, perché sarebbe come andare in vacanza da se stessi, una roba impossibile da concepire, figuriamoci da realizzare.
Quante risate mi sono fatta leggendo i commenti sui social network, interventi di qualsiasi tipo, su qualsiasi argomento e tutti riconducibili, al succo dei fatti, all'ottenimento di plauso e consensi. Nella vita si vince se si è il più commentati, i più suffragati, anche se l'input della discussione non è piacevole. Nel caso qualcuno si stia lamentando di un doloretto generico, subito ci sono pronte almeno 3 persone con lo stesso problema, ma non lieve, ma gravissimo. Niente vieta ai commentatori di avere realmente lo stesso problema, ma allo stesso modo chi ha iniziato avrebbe gradito prima un po' di conforto e qualche suggerimento per una probabile soluzione.
Tempi duri comunque, soprattutto se non si può fare più ironia. L'ironia è a mio avviso il mezzo più intelligente ed efficace per fare chiarezza sulle cose, se a termine di una battuta si riesce a tornare seri, allora vuol dire che la cosa di cui si stava parlando è presa in seria considerazione.
Sono cinica perché analizzo e poi di fondo sono una scontenta cronica, oppressa dall'ansia e dagli attacchi di panico, ridere, ironizzare e usare la battuta come critica per me è alchimia che mi fa credere di avere ancora il controllo di qualcosa, in un modo, quello in cui vivo, sul quale invece non ne esercito alcuno.
Mi fanno ridere i commenti che leggo e non strettamente per la grammatica e la sintassi utilizzata nel formularli - quella può far ridere solo all'inizio, poi fa venir da piangere mentre ci si chiede per cosa si pagano le tasse - ma per temi e contenuti.
Poi girovagando mi sono resa conto di essere comunque donna e se avessi milioni di euro li spenderei comunque in scarpe, accessori e abiti. Pur considerando la media di stile in giro sono a cavallo già adesso, anche se indossassi una simpaticissima tuta fluo anni '80.
Passo ad una riflessione sulla pizzica, ho un reflusso malinconico. La pizzica tradizione di famiglia, bene immateriale insegnata nelle palestre come fossero semplici esercizi ginnici.
Mi sono resa conto che pur essendo salentina non sopporto i baluardi della salentinità: pizzica e reggae, non sopporto lu mieru giusto per bere, amo sorseggiare, gustare e meditare, amo l'estasi e la trance...
un momento di pizzica salentina


C'è stato un tempo in cui per me la pizzica, o meglio la taranta, ha significato fascinazione, magia, mistero e radici, ma come tutte le radici rimangono nel sottosuolo anche questa particolare tradizione avrebbe dovuto rimanere "sotterrata", fruibile solo a pochi fortunati eletti.
Oggi mi ritrovo con la taranta imputtanata, trasformata in una volgare meretrice, che si vende per denaro, mostrata ai più per pochi spiccioli, venduta, come i salentini hanno venduto la propria identità al turista medio, che tutto consuma e tutto mercifica.
Non è più mia la taranta. Mia madre è una puttana. Non la voglio più, tenetevela, così come me l'avete sedotta con l'illusione di facili guadagni, pensando fosse meglio esporla come un quarto di bue al mercato delle carni, carne su cui troppe mosche si sono posate.
Tenetevi quella vulva scialabrata e consunta, abiuro di essere nata da quella volgare battona.

3 commenti:

  1. Ciao, Facebook mi ha bloccato l'account, quindi esprimo qui il mio apprezzamento.
    Già, la vita di noi cinici si fa sempre più dura.
    Probabilmente certe persone non hanno capito il senso dell'ironia, dovrebbero leggere questo post.

    RispondiElimina
  2. incontrai anni fa giovanni ferretti a melpignano, che consigliò alla folla che non doveva vendere la propria cultura per un piatto di lenticchie. dato che lui si è (s)venduto in tutti i modi, può darsi che lo abbiano preso a esempio. dovevamo capirlo che alla fine avrebbe votato il berlusca.

    RispondiElimina

lasciare un commento è sexy ;)

Twitter Followers

Google+ Followers

networkedblogs