Facebook Emoticon

benvenuti a casa della stronza

Questa è la casa della Stronza Jenny, una dimora in cui vigono regole tutte strane e che potreste non accettare, ma a me che me ne fotte?

domenica 1 luglio 2012

La stronza e l'Europeo

Torno finalmente a fare ciò che amo: scrivere cazzate.
Questa sera gioca la nazionale italiana contro quella spagnola per la finale degli Europei di calcio.
Che merda! Che poi lo sappiamo tutti come il calcio sia l'oppio dei popoli, ed in questo particolare caso dei poveri. Guarda caso in finale ci arrivano i simulacri di due nazioni in fallimento, quando agli ottavi l'Italia stava per uscire.
Oggi ascoltando la radio ho sentito di come molti prendessero a cuore il povero Mario Balotelli. Povero piccolo nero e pare sia anche ebreo, da parte di madre (la parte importante per la trasmissione dell'ebraismo), emblema del multiculturalismo eradicante contemporaneo. Non parlo del colore della pelle, ma della similitudine con Calimero  - mi sta sulle palle anche Calimero come Pimpa, Pingu e i Teletubbies, piccolo, nero e rompicoglioni sfigato. Sopprimetelo -, dovrebbe smetterla con quella sua aria di rivalsa, i problemi superati da nella sua giovane vita non giustificano le minchiate combinate.
Non ho seguito questo Europeo di calcio per moltissimi motivi.
Eccone un breve elenco

1) Ad ogni crisi economica ed ad ogni scandalo calcio-scommessa l'Italia vince
2) Non mi piace il nazionalpopolarpatriottismo
3) Il calcio mi fa CAGARE
4) Le Femen censurate
5) I cani massacrati (veri o falsi, li butto nel calderone delle motivazioni)
6) Ho smesso di credere nelle favole a circa 5 anni, quando ho iniziato a leggermele da sola e a scrivermele, quindi non credo alla fiaba del calcio pulito
7) E' un oppio, una droga che genera dipendenza e fa circolare moneta sottratta alle mie tasche in maniera legale, dunque per PRINCIPIO dovrebbero liberalizzare anche la Marija o proibire alcool, tabacco e calcio
8) E' lo sport meno sport sul globo terrestre
9) Perché riduce le capacità motorie e cerebrali dei seguaci.

Detto questo vi enuncio la mia teoria sul calcio e i calciatori.

Cosa fanno su un prato verde 22 giovani uomini sudati, ipertatuati ed in bermuda e magliettina aderente, tra canti e rime goliardiche e musica ad alto volume? Il gay pride? No! Una patita di pallone.

E poi dicono non ci sia omosessualità nel calcio.



Nessun commento:

Posta un commento

lasciare un commento è sexy ;)

Twitter Followers

Google+ Followers

networkedblogs