benvenuti a casa della stronza

Questa è la casa della Stronza Jenny, una dimora in cui vigono regole tutte strane e che potreste non accettare, ma a me che me ne fotte?

venerdì 13 luglio 2012

un attimo di pausa

Ultimamente me ne prendo troppi, ma per me le pause sono necessarie, soprattutto dopo una notte insonne per problemi interiori (intendo dei visceri). Torno prestissimo. Se sopravvivo.

martedì 10 luglio 2012

Quel genio di una persona


Questa ammirevole opera filmica è frutto della mente di un mio caro amico, Vittorio Urso, detto Urso Vittorio vel Roccu Balbetta. Uomo, che come tutti i grandi geni che conosco, ha i suoi problemi da sublimare con l'arte.
Nel suo "piccolo" ci sono delle riflessioni geniali e sconvolgenti, poca trivialità e moltissima simpatia.
Noi ti adoriamo, ti benediciamo, ti glorifichiamo Vittorio, ma la Sony non la pensa allo stesso modo.
Quentin Tarantino non avrebbe saputo, ne potuto, fare di meglio! Congrats!

lunedì 9 luglio 2012

Michel Telò mi fa la guerra

Basta con "Ai se eu te pego" che ha scassato in inverno tenendoci al caldo delle nostre balls, troppo geolocalizzata al Brazil e Portugal, adesso Michel Telò è internazionale e passa a "If i catch you" e diventa tormentone estivo. Non mi credete? Allora beccatevi sta roba che vi martellerà il cervello da mo fino a settembre, quando si passerà alla versione salentina "Se te zziccu" - la risposta è: e c'è me faci? (che mi fai?) -


Comunque, pare che abbia proprio deciso di esaurirci in tutti i laghi e tutti i luoghi e in ogni tempo, questo Valerio Scanu d'oltre oceano, ma con meno capelli.

Non ci sono più le hit estive di una volta, rivoglio il mio Festival Bar.
La canzone non è bruttissima, ci sono canzoni peggiori, ma sinceramente ha rotto i barzizzi.
Michel Telò, se ti prendo io la lingua a nodo ti faccio!
Intanto mi spacco di Metallica in S&M con la San Francisco Symphony Orchestra, giusto per purificarmi un po' le orecchie da ciò che sento quotidianamente.



domenica 8 luglio 2012

la teoria di Gesù

Mi piacerebbe fare come fece Gesù: morire per risorgere dopo tre giorni. Sai che comodità!
E poi Gesù lo ascoltavano tutti ed era protetto dall'Altissimo. Sono stanca, quasi quasi la faccio finita e sfanculo tutti.

La gente è idiota, ignorante e rompicoglioni. Ci vorrebbe un'epurazione con criteri a maglia stretta.

Gesù invocava il Padre, il Padre lo accontentava con un bel diluvio.

venerdì 6 luglio 2012

Villaggio turistico o villaggio globale?

Non mi piacciono le lamentele infondate, quelle fatte per noia e disponibilità economica.
Ultimamente sono impegnata in un progetto presso un villaggio turistico della mia città. Sono in perenne contatto con turisti e conquistatori, ovvero villeggianti che frequentano abitualmente il posto e che su esso hanno investito. 
Ogni anno si lamentano di qualsiasi inezia e banalità,in sè non costituiscono ne fastidio, ne impedimento.
Un esempio potrebbe essere quello della signora di mezza età alle prese con il lettino in spiaggia, ella si lamentava con il responsabile-bagnino: bagnino, ci sono i granelli sulla casse longue!
Oppure con il giardiniere del villaggio al quale riferirono la presenza di aghi di pino sul prato della pineta.
Il trionfo dell'ineffabilità della logicità del turista.
Diventiamo tanto stupidi in vacanza? Non leggiamo nulla se non i primi 2 righi e l'ultima parola. In spiaggia dissertiamo sul senso della vita tra un'ustione e l'altra sulle chiappe (e non mi riferisco alla mia reale scottatura, ma a quella metaforica dell' USCARE=brciare) stiamo attaccati al cellulare o al tablet, mentre i bimbi giocano a fare i grandi, atteggiandosi e usando vocaboli astrusi.
Eterni indecisi, non riconosciamo il bello, ma solo la centralità della figura.
Non stacchiamo mai.

Era meglio l'animazione dell'anno prima, ma era peggio di quella prima ancora che era la migliore.
E' meglio quest'animazione fa meno e fa meglio è sempre lo stesso.

C'è crisi.


Micromondo mega, villaggio turistico, villaggio globale.

mercoledì 4 luglio 2012

Cucito addosso


Davvero, non capisco. Come fa gente del calibro di Giovanni Lapàrola a non stare in America, tutto mentre in Italia viviamo un declino cinematografico inesorabile, a quanto pare. Una desolazione pervade l'ambiente cinefilo e pare ci sia confusione con l'omologo, se non fosse per la sostituzione della vocale, cinofilo.
Nel caso di Giovanni si può parlarecontemporaneamente in maniera coerente e onesta sia di cinefilia che di cinofilia. Lapàrola ha un cane, ma non si accontenta di avere un cane comune, ha una cagna attrice senza pudore, va in giro solo con una pelliccia e senza peli sulla lingua, è Tak-Attacco Generale, la bestiola sua compagna di vita e d'avventura divenuta attrice e non per caso, ma per volontà sua e del suo adorato Giò. Nel frattempo è lanciatissima nello showbiz e sarà visibile sul grande schermo a settembre nel prossimo lavoro di Virzì.
La loro è una storia d'amore nata a Bologna sotto un ponte e per volontà dell'Altissimo, che in questo caso non si è limitato a metterci lo zampino ma ci ha infilato proprio tutta la zampa, letteralmente, in un momento particolare della vita di Giovanni.
Grazie a Dio, creatore di creature tanto speciali come Tak e soprattutto come Giovanni e Giulia la compagna e assistente umana di Giò.

La mia amica Gazzella ha dedicato un post a questo breve capolavoro, che ho definito alla presentazione del 27 giugno a Otranto (da me condotta e organizzata) "una piccola perla della cinematografia italiana" e da lei giudicato con un bellissimo voto: 9 http://angelaleucci.blogspot.it/2012/06/cusutu-ncoddu-giovanni-la-parola-italia.html

Ringrazio l'altissimo di avermi fatto conoscere Giovanni e tutto il cast di Cucito, rigrazio di avermi fatto conoscere Ruggero e Davide, i due produttori esecutivi del corto in questione. Un giorno, sono sicura sia molto vicino, potrò dire io li conosco, magari mentre sullo schermo il mio amico Quentin Tarantino presenta un film di Giovanni Lapàrola, molto americano.

Intanto lo bestemmio per avermi dato Moccia e Muccino, troppo italiani.

martedì 3 luglio 2012

Lo posto solo per far piacere ad Al

 Ecco, Un mio amico, un certo Al Miglietta, tra i creatori e organizzatori dell'evento di seguito riportato, mi ha chiesto di scrivere qualcosa sul Lottarox Summer Festival di Gallipoli. Andateci che è una figata e ve lo dico anche se a certi eventi non ci partecipo. Soprattutto se fatti a Gallipoli.
Lo posto soprattutto perché mi sta scassando da giorni. La citazione è tratta da Otrantooggi.it




La splendida cornice salentina di Gallipoli, ospiterà il 14 luglio 2012 il Lottarox SummerFestival 2012. L’organizzazione della kermesse indie di musica live e spettacolo è a cura della Agenzia di Booking e Eventi, LOTTAROX London in collaborazione con il Parco Gondar e Radio FloIl Festival ospiterà band inglesi, internazionali in esclusiva in Italia.  Lo scenario del 14 Luglio sarà anche ricco di artisti locali di chiara vocazione indipendente e vicini alla produzione alternativa della band Londinesi ed europee.
La struttura del Parco Gondar, capace di accogliere 3000 persone e oltre è aperta al pubblico da Giugno ed ospiterà anche la preview ufficiale del Summer festival, Sabato 16 con dj set & art-direction a cura di Radioflo.it al fianco delle preview europee a Londra, Stoccolma, Parigi.
Per la prima volta in Italia grazie al lavoro di “talent-scout” e “cool-hunting” in Europa della agenzia Lottarox,con sede a Londra, Firenze e Stoccolma; le band apriranno le porte del festival a partire delle 17,30 p.m. ,sabato 14 Luglio 2012.
Sono le svedesi ICONA POP ( Universal/Mercury ) il primo nome ufficiale del festival.
Il duo scandinavo di forte vocazione pop,è ora sulla cresta dell’onda con il singolo “ I Love It “, dolce invito a godersi l’estate alle porte.
Ma non solo, Is Tropical Dj set ( Kitsunè/Uk) , Lizzie and The Yes men (Uk,in playlist tutti i giorni su Radio2 Rai con il singolo “ The Broadwalk”) , le Vuvuvultures (ZAF/Uk)  e Flowers or Razorwire – ultima scoperta Lottarox – saranno fra gli altri, ospiti di eccezione al fianco di Icona Pop per il Summer festival 2012.
Tra le band pugliesi scelti i tarantini Don’t Ask me che apriranno la giornata, assieme ai leccesi Fuck a Duck  e a Le Carte pronti a presentare i loro nuovi pezzi.
Consultate ogni settimana il facebook event per scoprire il resto della line up prima del 17 giugno.
Info
Tickets: 7,50 euros( fino al 20 giugno 2012)
Prevendita online
-Booking show
http://www.bookingshow.com/spettacolo/descrizione.asp?idevento=31900
-Mtv tickets
http://biglietti.mtv.it/app/selezionaPosto.aspx?idEvento=63045&nomeEvento=Lottarox+Indie+Nite+Summer+Festival+2012+
-12,00 euros al botteghino.
Info: festival@lottarox.com
La struttura del Parco Gondar, capace di accogliere 3000 persone e oltre è aperta al pubblico da Giugno ed ospiterà anche la preview ufficiale del Summer festival, Sabato 16 con dj set & art-direction a cura di Radioflo.it al fianco delle preview europee a Londra, Stoccolma, Parigi.Per la prima volta in Italia grazie al lavoro di “talent-scout” e “cool-hunting” in Europa della agenzia Lottarox,con sede a Londra, Firenze e Stoccolma; le band apriranno le porte del festival a partire delle 17,30 p.m. ,sabato 14 Luglio 2012.Sono le svedesi ICONA POP ( Universal/Mercury ) il primo nome ufficiale del festival.Il duo scandinavo di forte vocazione pop,è ora sulla cresta dell’onda con il singolo “ I Love It “, dolce invito a godersi l’estate alle porte.Ma non solo, Is Tropical Dj set ( Kitsunè/Uk) , Lizzie and The Yes men (Uk,in playlist tutti i giorni su Radio2 Rai con il singolo “ The Broadwalk”) , le Vuvuvultures (ZAF/Uk)  e Flowers or Razorwire – ultima scoperta Lottarox – saranno fra gli altri, ospiti di eccezione al fianco di Icona Pop per il Summer festival 2012.Tra le band pugliesi scelti i tarantini Don’t Ask me che apriranno la giornata, assieme ai leccesi Fuck a Duck  e a Le Carte pronti a presentare i loro nuovi pezzi.Consultate ogni settimana il facebook event per scoprire il resto della line up prima del 17 giugno.InfoTickets: 7,50 euros( fino al 20 giugno 2012)Prevendita online-Booking showhttp://www.bookingshow.com/spettacolo/descrizione.asp?idevento=31900-Mtv ticketshttp://biglietti.mtv.it/app/selezionaPosto.aspx?idEvento=63045&nomeEvento=Lottarox+Indie+Nite+Summer+Festival+2012+-12,00 euros al botteghino.Info: festival@lottarox.com


Al mi devi un favore, ne vitimu! 

domenica 1 luglio 2012

il cinico è l'ottimista deluso

Sono delusa. Da me stessa, da gli altri dal mondo. Poco importa, sono delusa. Una ex ottimista.
Una nota positiva è: comunque vada l'Europeo di calcio è terminato.
Per il resto il mondo va a rotoli.
Il giornale per cui scrivevo ha chiuso, anche se temporaneamente e ora potrò vendicarmi di tutto il male che mi avete fatto postandomi e taggandomi e inviandomi certe bestemmie giuggiolose e buoniste.
Comunque, sono proprio sprecata (non intendo riesumata in salentino).
Una come me, dovrebbe andare a conquistare altri mondi e invece la mia forma umana mi tiene segregata qui, tra voi inutili pesci piccoli. Sardine con annesso anisakis.
Sono io l'anisakis e vi tarlerò l'intestino, anche da morta, dopo avermi fagocitata.
Comunque siamo proprio un paese che non delude mai, luoghi comuni e noiosi come stereotipi.
Ho terminato da poco di fare un giro nel mio paese. Si sentiva solo la radiocronaca della partita Italia-Spagna. Poi diciamo agli stranieri che non siamo PIZZA-MANDOLINO-MAFIA.
Forse è vero, non lo siamo, manca CALCIO.
Un paese su cui puoi contare, l'Italia è affidabile sai sempre cosa aspettarti.
Comunque è finita la partita. 4-0 per la Spagna la cronaca in diretta l'hanno spenta tutti, tutti piangono e condannano le scelte del commissario tecnico italiano.
Gli Italiani sono tutti allenatori, tutti patriottici e tutti concordi nell'evadere fiscalmente.
Fatto stà che ha vinto lo stato più inguaiato, ma questa è un'altra storia e solo in pochi la capiranno.
Gli scongiuri e i riti non hanno funzionato, consolatevi, avete perso contro il Lecce, non contro la Spagna.
Comunque erano stanchi, c'era Monti che portava jella, la Spagna gioca ad altri livelli. Poverini ha sbagliato il Ct i cambi, erano infortunati, le cavallette, è esplosa una bomba atomica, gli è morta la nonna... e poi fanno sopracciglio.


Con tutti i soldi che si fottono questi giovincelli, dovrebbero battere il campo come troie in calore, e voi cornuti, come san Giuseppe, li giustificate mentre fanno i ricchioni con il culo vostro e senza vasella.


















E ci aggiungerei: Poooo popopopopopOOOoOOOoOO

La stronza e l'Europeo

Torno finalmente a fare ciò che amo: scrivere cazzate.
Questa sera gioca la nazionale italiana contro quella spagnola per la finale degli Europei di calcio.
Che merda! Che poi lo sappiamo tutti come il calcio sia l'oppio dei popoli, ed in questo particolare caso dei poveri. Guarda caso in finale ci arrivano i simulacri di due nazioni in fallimento, quando agli ottavi l'Italia stava per uscire.
Oggi ascoltando la radio ho sentito di come molti prendessero a cuore il povero Mario Balotelli. Povero piccolo nero e pare sia anche ebreo, da parte di madre (la parte importante per la trasmissione dell'ebraismo), emblema del multiculturalismo eradicante contemporaneo. Non parlo del colore della pelle, ma della similitudine con Calimero  - mi sta sulle palle anche Calimero come Pimpa, Pingu e i Teletubbies, piccolo, nero e rompicoglioni sfigato. Sopprimetelo -, dovrebbe smetterla con quella sua aria di rivalsa, i problemi superati da nella sua giovane vita non giustificano le minchiate combinate.
Non ho seguito questo Europeo di calcio per moltissimi motivi.
Eccone un breve elenco

1) Ad ogni crisi economica ed ad ogni scandalo calcio-scommessa l'Italia vince
2) Non mi piace il nazionalpopolarpatriottismo
3) Il calcio mi fa CAGARE
4) Le Femen censurate
5) I cani massacrati (veri o falsi, li butto nel calderone delle motivazioni)
6) Ho smesso di credere nelle favole a circa 5 anni, quando ho iniziato a leggermele da sola e a scrivermele, quindi non credo alla fiaba del calcio pulito
7) E' un oppio, una droga che genera dipendenza e fa circolare moneta sottratta alle mie tasche in maniera legale, dunque per PRINCIPIO dovrebbero liberalizzare anche la Marija o proibire alcool, tabacco e calcio
8) E' lo sport meno sport sul globo terrestre
9) Perché riduce le capacità motorie e cerebrali dei seguaci.

Detto questo vi enuncio la mia teoria sul calcio e i calciatori.

Cosa fanno su un prato verde 22 giovani uomini sudati, ipertatuati ed in bermuda e magliettina aderente, tra canti e rime goliardiche e musica ad alto volume? Il gay pride? No! Una patita di pallone.

E poi dicono non ci sia omosessualità nel calcio.



Twitter Followers

Google+ Followers

networkedblogs